Buon pomeriggio cari lettori,📚

oggi per voi una super recensione di “Absence. Il gioco dei quattro.” di Chiara Panzuti. Recensione richiestissima da molti di voi, ho dovuto infatti cambiare la mia “agenda letteraria” per dare spazio a questo libro.

Vi lascio la trama e poi la recensione.🌹

Buona lettura.🌹

81dKRhcERuL

Titolo: Absence: Il gioco dei quattro 
Autore: Chiara Panzuti
Editore: Fazi Editore

acessorios-para-template-32-cu

 

TRAMA✒️

Viviamo anche attraverso i ricordi degli altri. Lo sa bene Faith, che a sedici anni deve affrontare l’ennesimo trasloco insieme alla madre, in dolce attesa della sorellina. Ecco un ricordo che la ragazza custodirà per sempre. Ma cosa accadrebbe se, da un giorno all’altro, quel ricordo non esistesse più? E cosa accadrebbe se fosse Faith a sparire dai ricordi della madre? La sua vita si trasforma in un incubo quando, all’improvviso, si rende conto di essere diventata invisibile. Nessuno riesce più a vederla, né si ricorda di lei. Non c’è spiegazione a quello che le è accaduto, solo totale smarrimento. Eppure Faith non è invisibile a tutti. Un uomo vestito di nero detta le regole di un gioco insidioso, dove l’unico indizio che conta è nascosto all’interno di un biglietto: 0°13’07”S78°30’35”W, le coordinate per tornare a vedere. Insieme a Jared, Scott e Christabel – come lei scomparsi dal mondo – la ragazza verrà coinvolta in un viaggio alla ricerca della propria identità, dove altri partecipanti faranno le loro mosse per sbarrarle la strada. Una corsa contro il tempo che da Londra passerà per San Francisco de Quito, in Ecuador, per poi toccare la punta più estrema del Cile, e ancora oltre, verso i confini del mondo. Primo volume della trilogia di Absence, Il gioco dei quattro porta alla luce la battaglia interiore più difficile dei nostri giorni: definire chi siamo in una società troppo distratta per accorgersi degli individui che la compongono. Cosa resterebbe della nostra esistenza, se il mondo non fosse più in grado di vederci? Quanto saremmo disposti a lottare, per affermare la nostra identità? Un libro intenso e profondo; una sfida moderna per ridefinire noi stessi. Una storia per essere visti. E per tornare a vedere.

acessorios-para-template-32-cu

RECENSIONE✒️

Sono stata travolta anche io dal ciclone “Absence”, questo libro in pochissime settimane è riuscito a conquistare centinaia di blogger e tantissimi lettori. Uscito l’1 giugno, quindi circa un mese fa, visto e rivisto su migliaia di account Instagram, tutte ne parlavano molto bene e risultava un libro consigliato in quasi tutti i “Book Blog”; solitamente non mi faccio influenzare dai libri super chiacchierati di Instagram (vedi Paper Princess, non ho intenzione di leggerlo per adesso, lo trovo nauseante, perdonatemi), ma ho voluto dare una possibilità a questo, così ho intrapreso questa lettura, mi sono avventurata in “Absence”, non avevo neanche letto la trama, per me è stato una vera e propria sorpresa.  “Absence” è un misto di misteri ed emozioni che riesce ad interessare e coinvolgere il lettore fin da subito, sono rimasta incollata alle pagine di questo romanzo fino alla fine, l’ho letto tutto d’un fiato, non volevo perdere nulla, nessuna parola e nessuna virgola, in questo libro tutto è interessante. I capitoli iniziali e finali dedicati ai quattro giocatori sono stati i più belli, carichi di emozioni e sensazioni, sono riusciti a commuovermi. Non avendo letto la trama prima di iniziare, i primi capitoli per me sono stati importantissimi per cercare di capire cosa stavo leggendo, l’autrice è molto brava, è riuscita a suscitare il mio interesse da subito, solitamente ciò che non si capisce si abbandona, io non riuscivo a capire cosa stesse succedendo ma non volevo smettere di leggere, non potevo smettere. Una trama più originale di questa credo non esista, un libro totalmente diverso da tutti quelli che escono in libreria ultimamente, una storia semplicemente unica. Tutti i personaggi sono diversi tra loro, ognuno di loro ha sentimenti e turbamenti differenti, ognuno di loro ha un diverso punto di vista, un modo differente di vedere il mondo. Vorrei dire tanto su questo libro ma forse è meglio di no, è meglio lasciare al lettore la scoperta di tante cose che lo lasceranno a bocca aperta. Fate come me, prendete questo libro in mano e leggetelo, fatevi coinvolgere, fatevi inghiottire da questo gioco malato. Alla fine ne vorrete ancora e ancora, come me, voglio la mia “dose di Absence” giornaliera, voglio il secondo volume.

 

Vi aspetto su Instagram, @la_biblioteca_di_stefania❣️

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...