Buon pomeriggio lettori e buon sabato,

tra poco è pasqua e possiamo goderci qualche giorno di relax!

Quest’anno, come regalo di Pasqua, ho chiesto solo libri, quindi niente uova di cioccolato per me ma tantissime pagine e storie da leggere e ne sono felicissima.

Se volete fare un regalino al blog per Pasqua, vi ricordo che è possibile fare delle donazioni, (potete dare un piccolo contributo anche di 0.50 cent). Le donazioni sono utili per acquistare nuovi titoli e per migliorare il blog in generale.

Oggi per voi la recensione di “Uno di noi sta mentendo”, un libro che mi è stato regalato da una mia amica, in formato ebook.

Vi lascio la trama e subito dopo la recensione!

Buona lettura!

UNO DI NOI STA MENTENDO

51-jTnkU3YL._SX323_BO1,204,203,200_ (1)

 

TRAMA

“Era una bugia che raccontavo perché era più facile della verità. E perché un po’ ci credevo. So cosa significa raccontarsi una bugia così tante volte da farla diventare realtà. Ma la verità viene sempre fuori. Prima o poi.” Cinque studenti sono costretti a trascorrere un’interminabile ora di punizione nella stessa aula. Bronwyn, occhiali e capelli raccolti da studentessa modello, non ha mai infranto le regole in vita sua e vive per essere ammessa a un’università prestigiosa e rendere fieri i suoi genitori. Nate, capelli scuri disordinati e un giubbino di pelle malandato, è in libertà vigilata per spaccio di erba e sembra a un passo dall’andare completamente alla deriva. Cooper, il ragazzo d’oro con cui tutte vorrebbero stare, è la star della scuola e sogna l’ingaggio in una grande squadra di baseball. Addy, una chioma di folti ricci biondi e un viso grazioso a forma di cuore, sta cercando di tenere insieme i pezzi della sua vita perfetta. Infine Simon, l’emarginato, lo strano, che, per prendersi la sua rivincita su chi lo ha sempre trattato male, si è inventato una app che rivela ogni settimana dettagli piccanti della vita privata degli studenti. Pur conoscendosi da anni, non possono certo definirsi amici. Qualcosa li unisce, però. Nessuno di loro è davvero e fino in fondo come appare. Ognuno di loro dietro alla facciata “pubblica” nasconde molto altro, un mondo di fragilità, insicurezze e paure, ma anche di segreti piccoli e grandi di cui nessuno, o quasi, è a conoscenza. Da quell’aula solo in quattro usciranno vivi. All’improvviso e senza apparente motivo, Simon cade a terra davanti ai compagni e muore. Non appena si capisce che quella che sembrava una morte dovuta a un improvviso malore in realtà è un omicidio, il mondo di Bronwyn, Nate, Cooper e Addy inizia a vacillare. E crolla definitivamente quando la polizia scopre che i protagonisti di un ultimo post mai pubblicato di Simon sono proprio loro. In men che non si dica, i quattro ragazzi da semplici testimoni diventano i principali indagati dell’omicidio…

design-8

RECENSIONE

“Uno di noi sta mentendo” è un libro che sta spopolando su Instagram e io ero curiosissima di leggerlo, mi intrigava il fatto di trasformarmi in un’ investigatrice e smascherare il colpevole ma tutto questo purtroppo non è successo.

Il libro si suddivide in parti, nella prima parte assistiamo alla morte di Simon e iniziamo a conoscere i personaggi, l’idea di fare questa suddivisione mi è sembrata buona e sensata ma devo ammettere di aver trovato le prime pagine piuttosto piatte. I primi capitoli solitamente o ti rapiscono o ti lasciano perplesso, a me è capitato invece di non aver voglia di andare oltre, diciamo che mi hanno annoiato. Vorrei aggiungere che già dalle prime pagine, ma soprattutto dai primi dialoghi, ho capito “chi stava mentendo”, cioè chi ha provocato la morte di Simon.

La seconda parte è decisamente migliore, ho iniziato ad apprezzare alcuni personaggi e le vicende secondarie alla trama, questo però mi ha portato ad ignorare quasi totalmente l’ argomento centrale. Mi è piaciuto tanto il fatto che i personaggi iniziavano a far emergere il proprio carattere e soprattutto le proprie debolezze.

Il mio personaggio preferito è ovviamente Nate! Ragazzo difficile da capire, totalmente chiuso ma che poi inizia a dare tanto, mi è dispiaciuto molto per lui quando raccontava sprazzi della sua dura vita, ha fatto capire cosa significa avere dei genitori assenti e problematici.

La terza parte, quindi l’ultima, è stata bella per certi versi e deludente per altri, c’è molta più azione rispetto alle prime due e diventa indiscutibilmente intrigante.

Questo libro per me è difficile da giudicare, non credo che abbia le carte in regola per un’ investigazione, è molto lento e quasi monotono. L’ho trovato parecchio prevedibile,anche e principalmente il finale, nella mia testa avevo già trovato il colpevole quindi niente finale bomba per me. Il fatto di aver capito già dai primi capitoli chi fosse il responsabile forse non mi ha aiutato molto ad apprezzare la lettura.

In sintesi, il libro per me è un NI, quindi né si né no, avrei preferito qualcosa in più e che l’autrice giocasse meglio le sue carte, ovviamente è un mio parere. I personaggi mi sono piaciuti tutti, chi più chi meno.

Consiglio questo libro a tutti coloro che vogliono leggere qualcosa di leggero e poco impegnativo.

design-8

Grazie per aver letto questo post!

Voi che ne pensate di questo libro? Fatemi sapere la vostra commentando quì sul blog o su Instagram.

A presto, @la_biblioteca_di_stefania

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...