Lettori  oggi doppio articolo e doppia recensione!

Con questo post posso presentarvi la seconda collaboratrice del blog: @_just.bookss_

Potete acquistare “Parigi è sempre una buona idea” su Amazon cliccando QUì (approfittatene, è in sconto).

PARIGI è SEMPRE UNA BUONA IDEA

TRAMA

Parigi è sempre una buona idea, si sa. Innamorati o no, vale sempre la pena di fare una passeggiata per le vie della Ville Lumière. Li, in rue du Dragon, una deliziosa stradina nel cuore di Saint-Germain, ci si può imbattere in un piccolo negozio con una vecchia insegna di legno, un campanello d’argento démodé sulla porta, e dentro, mensole straripanti di carta da lettere e bellissime cartoline illustrate: la papeterie di Rosalie Laurent.

Talentuosa illustratrice, Rosalie è famosa per i biglietti d’auguri personalizzati che realizza a mano. Ed è un’accanita sostenitrice dei rituali : il café crème la mattina, una fetta di tarte au citron nelle giornate storte, un buon bicchiere di vino rosso dopo la chiusura della papeterie. I rituali aiutano a fare ordine nel caos della vita, ed è per questo che ogni anno, per il suo compleanno Rosalie fa sempre la stessa cosa: sale i 704 gradini della Tour Eiffel fino al secondo piano, e con il cuore in gola, lancia in aria un biglietto su cui ha scritto un desiderio. Ma finora nessuno è mai stato esaudito. Tutto cambia il giorno in cui un anziano signore entra come un ciclone nella papeterie. Si tratta del famoso scrittore per bambini Max Marchais, che le chiede di illustrare il suo nuovo libro. Rosalie accetta felice e ben presto i due diventano amici, La Tigre Azzurra ottiene premi e riconoscimenti e si aggiudica il posto d’onore in vetrina. Quando, poco tempo dopo, un affascinante professore americano, attratto dal libro, entra in negozio, Rosalie pensa che il destino stia per farle un altro regalo. Ma prima ancora che si possa innamorare, ha un’amara sorpresa. Perché l’uomo è fermamente convinto che la storia della Tigre Azzurra sia sua…

 

RECENSIONE

Ciao a tutti readers, questa volta non sarà Stefania a recensire un libro per voi, ma io! Sono Anny, e sono una nuova collaboratrice di questo blog. Il mio bookstagram è già stato taggato in alto, date un occhiata se vi fa piacere.

Ho iniziato questo libro con delle grandi aspettative: avendo già letto altre opere di Barreau sapevo già cosa aspettarmi e per l’ennesima mi sono trovata soddisfatta.

Ho dato 4,25 stelle a questo libro, perché nonostante la storia sia entrata nel mio cuore, ha comunque diversi dettagli che non mi sono per niente piaciuti.

Ma partiamo dai tantissimi pregi: nonostante i protagonisti siano persone del tutto normali, Barreau ha il talento di non rendere mai noiosa la vicenda, grazie a colpi di scena inaspettati o semplicemente perché grazie alle descrizioni approfondite dei personaggi, riusciamo ad immaginarceli anche nel più minimo dettaglio e in ogni momento.

Un altro particolare che ha fatto guadagnare parecchi punti al libro sono state le Senza titolodescrizioni dei luoghi. In questo, credo che l’autore sia uno dei migliori sulla piazza, riesce a descrivere le città in modo cosi nitido e dettagliato che ti sembra di camminare insieme ai protagonisti in quelle strade. Sembra quasi di poter sentire l’odore dei croissant e dei fiori freschi che alleggiano nell’aria…È inutile dire che questo libro mi ha fatto aumentare la nostalgia per Parigi e la voglia di tornarci ancora.

Ahimè, ora dobbiamo passare alle note dolenti e ce ne sono alcune: innanzitutto la lunghezza del libro. Tutta la storia è racchiusa in poco più di 260 pagine, costringendo l’autore a salti temporali di settimane o mesi che io ho trovato assolutamente inutili e che hanno fatto sembrare la narrazione troppo affrettata.

Il secondo punto a sfavore, e anche quello più sofferto da parte mia è stato l’innamoramento lampo. Infatti i protagonisti di questo libro (come anche di altre opere di Barreau) hanno la capacità di dire “ti amo” dopo poche settimane, se non giorni, di conoscenza, cosa che io trovo assolutamente irrealistica o comunque frutto di un teen movie.

Nonostante le pecche, credo che questo libro meriti di essere letto, soprattutto per chi si approccia a questo scrittore per la prima volta.

ESTRATTO:

“Nella vita di ognuno, in fondo, esiste una storia cruciale, che segna una svolta, anche se solo pochi se ne rendono conto subito.

La mattina, quando Rosalie aprì il negozio e come sempre guardò in alto, il cielo sopra rue du Dragon sembrava di porcellana, di quel colore così tenue e fresco che a Parigi ha solamente dopo un acquazzone primaverile. Il lastricato era ancora bagnato, sul marciapiede due uccellini si contendevano un pezzetto di pane, sull’altro lato della strada si sollevò una saracinesca, gli odori del mattino stuzzicarono le narici di Rosalie, e all’improvviso ebbe la sensazione che fosse uno di quei giorni che annunciavano l’inizio di qualcosa di nuovo.”

 

VOTO: 4,25 Stelline su 5

Articolo scritto da Anny Colonna per @la_biblioteca_di_Stefania

2 pensieri su “Recensione: “Parigi è sempre una buona idea” di Nicolas Barreau

    1. Sicuramente è stato un duro colpo al cuore vedere le immagini e i video di una grandissima e bellissima cattedrale andare in fiamme. Vorrei che non si ripeta mai più, ma l’arte è così bella ma anche tanto fragile. Le misure di sicurezza durante i restauri sono state forse trascurate. Viste poi le donazioni che sono arrivate in 24h dall’accaduto mi sono interrogata su tutta la vicenda e sinceramente non so se credere a chi dice che è stato un incidente inevitabile o a chi dice che era tutto studiato a tavolino. La cosa che più mi rammarica è che la bellissima guglia sia andata distrutta, la cattedrale fortunatamente ha resistito e la vedremo, un giorno, bella come lo era prima dell’incendio.

      "Mi piace"

Rispondi a labibliotecadistefania Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...