Teresa Filangieri. Una Duchessa contro un mondo di uomini, mi ispira tantissimo; sicuramente lo recupererò prestissimo. Federica l’ha già letto e ha scritto una bella recensione che so già che vi incuriosirà tanto.

Buona Lettura!

TERESA FILANGIERI.

UNA DUCHESSA CONTRO UN MONDO DI UOMINI

TRAMA

All’indomani dell’Unità d’Italia, in una Napoli preda della miseria, dove i bambini poveri sono abbandonati al proprio destino e le orfane spesso diventano spose raccattate, puttane o suore senza vocazione, una duchessa attraversa i vicoli lerci, bussa alle porte dei bassi, interroga la gente, il popolo, per capire, per aiutare e non per sedurre con promesse irrealizzabili.
In questa Napoli lazzara di Michele ’o Belzebù, dove l’azzurro degli occhi di Raffaele si sporca col nero della superstizione della schiena ingobbita del buon Alfonso, Teresa Filangieri concepisce un progetto ambizioso: far costruire il primo ospedale pediatrico per malattie infettive. Per riuscirci deve scontrarsi con il mondo degli uomini, quegli stessi, padri e mariti, a cui le donne ancora appartengono di diritto. Sfida le convenzioni, sottomette l’orgoglio, raccoglie dalla strada gli scugnizzi, ferite purulente che bisogna cominciare a disinfettare.
Carla Marcone mette in scena una Napoli in cui la storia viaggia per conto proprio, separata nei tempi e nei modi dal resto d’Italia, dove vivere è una ricompensa e morire spesso è un privilegio, e ridona luce a una donna dai natali illustri, animata dalla passione civile, dall’amore verso i più deboli, ma troppo in fretta dimenticata dalla Storia.

RECENSIONE

Sono giorni che mi riprometto di scrivere la recensione, ma, ogni volta che mi metto davanti al pc, la pagina Word rimane immancabilmente vuota.

Come per il primo romanzo che ho letto dell’autrice, “Dove aspetta la tempesta – Un pirata sulla rotta di Calico Jack”, anche in questo caso non riesco minimamente a trovare le parole per descrivere la bellezza di questa opera.

Con la sua penna poetica, capace di far scaturire vivide immagini dalle pagine, Carla Marcone ci trasporta nella Napoli dell’Ottocento; una Napoli degradata, calpestata dalla povertà, dalla fame, dalle malattie, dall’ignoranza, dalla prostituzione.

Una Napoli abitata da un diavolo e da un angelo, in perenne guerra tra loro, ma soprattutto abitata da una donna che, noncurante delle avversità, si farà spazio tra i potenti e deciderà di far concretamente del bene alla sua città.

Questa è la storia di Teresa Filangieri, una duchessa contro un intero mondo di uomini, una donna forte e delicata, una donna d’acciaio e di cristallo, disposta a tutto pur di poter vedere realizzato il suo più grande sogno: la nascita del primo ospedale pediatrico per le malattie infettive.

Teresa, una donna indomabile e rivoluzionaria, di cui però, purtroppo, la storia ha cancellato le tracce; un grande plauso all’autrice che ce ne ha fatto conoscere la vicenda, ricostruendone abilmente le azioni e dando voce a una delle tante eroine della nostra storia che ha lottato strenuamente per gli ideali in cui credeva. 

Lo stile dell’autrice è potente, straziante, dolce, furente, ammaliante; una scrittura d’altri tempi che, una volta imparata a conoscere, resterà impressa nel cuore del lettore.

Sicuramente, ciò che mi ha donato questa lettura è stato il fatto di aver potuto conoscere un personaggio storico di cui ignoravo l’esistenza, il cui contributo all’interno della società è stato imponente: l’ospedale di Teresa, l’Ospedale Lina Ravaschieri, costruito in soli due anni, ha visti ricoverati più di 5000 bambini, che non avrebbero avuto una possibilità senza il coraggio di questa fiera duchessa. 

View this post on Instagram

↬ RECENSIONE “Teresa Filangieri – Una duchessa contro un mondo di uomini” Autore: Carla Marcone (@marcone.carla) Editore: Scrittura & Scritture Cartaceo: €13,50 ⠀ Sono giorni che mi riprometto di scrivere la recensione, ma, ogni volta che mi metto davanti al pc, la pagina Word rimane immancabilmente vuota. Come per il primo romanzo che ho letto dell’autrice, “Dove aspetta la tempesta – Un pirata sulla rotta di Calico Jack”, anche in questo caso non riesco minimamente a trovare le parole per descrivere la bellezza di questa opera. ⠀ Con la sua penna poetica, capace di far scaturire vivide immagini dalle pagine, Carla Marcone ci trasporta nella Napoli dell’Ottocento; una Napoli degradata, calpestata dalla povertà, dalla fame, dalle malattie, dall’ignoranza, dalla prostituzione. Una Napoli abitata da un diavolo e da un angelo, in perenne guerra tra loro, ma soprattutto abitata da una donna che, noncurante delle avversità, si farà spazio tra i potenti e deciderà di far concretamente del bene alla sua città. ⠀ Questa è la storia di Teresa Filangieri, una duchessa contro un intero mondo di uomini, una donna forte e delicata, una donna d’acciaio e di cristallo, disposta a tutto pur di poter vedere realizzato il suo più grande sogno: la nascita del primo ospedale pediatrico per le malattie infettive. Teresa, donna indomabile e rivoluzionaria, di cui però, purtroppo, la storia ha cancellato le tracce; un grande plauso all’autrice che ce ne ha fatto conoscere la vicenda, ricostruendone abilmente le azioni e dando voce a una delle tante eroine della nostra storia che ha lottato strenuamente per gli ideali in cui credeva. ⠀ Lo stile dell’autrice è potente, straziante, dolce, furente, ammaliante; una scrittura d’altri tempi che, una volta imparata a conoscere, resterà impressa nel cuore del lettore. ⠀ [Continuo nei commenti ⤵️]

A post shared by • Federica 🌟 • (@ilprofumodellepagine) on

“Dove aspetta la tempesta – Un pirata sulla rotta di Calico Jack” mi aveva immensamente emozionata; “Teresa Filangieri – Una duchessa contro un mondo di uomini” ha fatto lo stesso.

L’unico appunto che mi sento di scrivere in questa recensione è che ho apprezzato maggiormente lo stile di “Dove aspetta la tempesta – Un pirata sulla rotta di Calico Jack”: l’ho trovato migliore, più evoluto.

Un mero parere personale, niente che vada a minare la bellezza di questo romanzo, che, come l’altro, vi consiglio di cuore, perché saprà stregarvi e donarvi magnifiche emozioni.

Classificazione: 4.5 su 5.

Ringrazio la casa editrice per avermi fornito la copia.

Articolo scritto da Federica Franca per @la_biblioteca_di_Stefania

Iscriviti a Kindle Unlimited, I primi 30 giorni sono GRATIS:

https://www.amazon.it/kindle-dbs/hz/signup?tag=id_midstefania-21

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...