Buon pomeriggio cari lettori,

torna sul blog la nostra amata collaboratrice Federica con una bella nuova recensione di un libro fantasy “Maitihia” di Rosaria M. Notarsanto. Grazie all’autrice per aver inviato una copia del suo bel libro, vi anticipo che leggerete una recensione molto positiva!

Buona lettura!

MAITIHIA

TRAMA
Al legno della prima quercia, nata nel Vecchio Continente, il dio Hanaha intagliò il Kantenara: un amuleto nel quale racchiuse il mana di suo fratello Kyarr per impedirgli di distruggere il suo creato. Ma, in un lontano giorno del quale non si ha più memoria, il Kantenara venne rubato dalle mani del suo custode. Iniziò, così, la storia dei Maitihia, prescelti dal dio Hanaha, che vennero al mondo per combattere la maleficenza di Kyarr. Il perfido dio, per contattarli, aveva disseminato sul loro cammino insidie e tranelli; portando gli stessi uomini a dar la caccia ai loro stessi salvatori, perseguendo futili illusioni. Benvenuti nel mondo dei Maitihia, un romanzo unico nel suo genere, che narra di un lungo viaggio tra due grandi continenti, scenari di guerra tra il bene e il male, tra uomini e creature magiche. Dove Maitihia e Kasiti, uomini capaci di governare i quattro elementi e esseri mutaforma, lottano spalla a spalla per impedire alle Ombre del deserto e al dio Kyarr di distruggere l’intero creato. Che il viaggio abbia inizio.

RECENSIONE

Ciò che mi ha regalato questo romanzo è stata la possibilità di compiere un viaggio entusiasmante e di visitare luoghi mozzafiato semplicemente lasciando scorrere i miei occhi sulle righe di un libro contenente gli elementi fantasy che più prediligo.
Una storia che mi ha ricordato i miti nordici, che mi ha parlato di tribù che vivono in perfetta
armonia con la natura e che conducono un’esistenza semplice, ma appagante.
Un fantasy degno di questo nome, perché Rosaria è riuscita a stimolare la mia fantasia,
donandomi l’impressione di aver effettivamente visitato lo splendido mondo dei Maitihia, pur
rimanendo sempre comodamente stesa sul mio letto.
Scrivo questa recensione qualche giorno dopo aver terminato la lettura del volume; con mia
grande sorpresa e gioia, sto comprendendo che “Maitihia” è uno di quei romanzi che, benché non perfetto, lascia un pizzico della sua magia nel cuore del suo lettore.
La storia è avvincente, le ambientazioni suggestive, la narrazione capace di trasportare chi legge in luoghi inesplorati. Viene sottolineata l’importanza dei legami affettivi, l’amicizia, il rispetto e la fedeltà reciproci, il tutto accompagnato da descrizioni delicate e che passano quasi sotto silenzio, ma in grado di insinuarsi nell’anima del lettore, facendolo affezionare ai personaggi senza quasi che lui se ne accorga.
Ciò che mi sento di segnalare, a voi e all’autrice, è la mancanza di trasporto emotivo, il quale
spesso scarseggia in determinate situazioni, più o meno positive, che richiederebbero un maggior pathos. Durante la lettura, ho spesso avuto l’impressione che alcune parti fossero state pensate come se l’autrice stesse descrivendo le scene di un film: in una trasposizione cinematografica la descrizione di queste scene sarebbe stata certamente efficace, perché supportata dalla musica di sottofondo e da tutti gli altri espedienti finalizzati a trasmettere la giusta tensione emotiva allo spettatore; in un libro, questi elementi mancano! Sono solo le parole a doversi fare carico di questo arduo compito, e questo fatto è forse ciò che più mi è mancato durante la lettura. Solo una scena è stata in grado di emozionarmi appieno; nelle altre, non ho avuto nemmeno il tempo di assimilare quanto successo che la narrazione era già andata avanti.
Nonostante quanto appena detto, mi sento di consigliare questo romanzo a tutti gli appassionati del genere! La storia, le ambientazioni, il suono delle parole (vogliamo parlare della musicalità dei nomi dei protagonisti?! “Fenuanei”… Mi ricorda una brezza, un alito di vento profumato, che trasporta fiori e magia) vi sapranno meravigliare, donandovi ricordi ed emozioni che vi rimarranno dentro per molto tempo.

Voto finale:

Classificazione: 4.5 su 5.

Ringrazio l’autrice per avermi fornito la copia.

View this post on Instagram

↬ RECENSIONE “Maitihia” Autore: Rosaria M. Notarsanto (@rosaria_m.notarsanto) Cartaceo: €14,00 Digitale: €2,99 ⠀ Ciò che mi ha regalato questo romanzo è stata la possibilità di compiere un viaggio entusiasmante e di visitare luoghi mozzafiato semplicemente lasciando scorrere i miei occhi sulle righe di un libro contenente gli elementi fantasy che più prediligo. Una storia che mi ha ricordato i miti nordici, che mi ha parlato di tribù che vivono in perfetta armonia con la natura e che conducono un’esistenza semplice, ma appagante. Un fantasy degno di questo nome, perché Rosaria è riuscita a stimolare la mia fantasia, donandomi l’impressione di aver effettivamente visitato lo splendido mondo dei Maitihia, pur rimanendo sempre comodamente stesa sul mio letto. ⠀ Scrivo questa recensione qualche giorno dopo aver terminato la lettura del volume; con mia grande sorpresa e gioia, sto comprendendo che “Maitihia” è uno di quei romanzi che, benché non perfetto, lascia un pizzico della sua magia nel cuore del suo lettore. La storia è avvincente, le ambientazioni suggestive, la narrazione capace di trasportare chi legge in luoghi inesplorati. Viene sottolineata l’importanza dei legami affettivi, l’amicizia, il rispetto e la fedeltà reciproci, il tutto accompagnato da descrizioni delicate e che passano quasi sotto silenzio, ma in grado di insinuarsi nell’anima del lettore, facendolo affezionare ai personaggi senza quasi che lui se ne accorga. ⠀ Ciò che mi sento di segnalare, a voi e all’autrice, è la mancanza di trasporto emotivo, il quale spesso scarseggia in determinate situazioni, più o meno positive, che richiederebbero un maggior pathos. Durante la lettura, ho spesso avuto l’impressione che alcune parti fossero state pensate come se l’autrice stesse descrivendo le scene di un film: in una trasposizione cinematografica la descrizione di queste scene sarebbe stata certamente efficace, perché supportata dalla musica di sottofondo e da tutti gli altri espedienti finalizzati a trasmettere la giusta tensione emotiva allo spettatore; in un libro, questi elementi mancano! ⠀ [Continuo nei commenti ⤵️]

A post shared by • Federica 🌟 • (@ilprofumodellepagine) on

Articolo scritto da Federica Franca per @la_biblioteca_di_Stefania

Iscriviti a Kindle Unlimited, I primi 30 giorni sono GRATIS:

https://www.amazon.it/kindle-dbs/hz/signup?tag=id_midstefania-21

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...