Carissimi Lettori,

siamo tutti alle prese con queste zone multicolor, dopo un mese in zona rossa Febbraio si apre per me in zona arancione. Sono contenta? Assolutamente sì! Per inaugurare questo mese (che ha tutte le carte in regola per essere perfetto) vi parlo di un libro carinissimo.

Dimenticate i noiosi problemi di geometria e i saggi di italiano, vi porto alla scoperta dei compiti più pericolosi mai svolti. “Come uccidono le brave ragazze” di Holly Jackson ci porta sui banchi di scuola (quanto vi mancano, eh? ) alla ricerca di un sospettato, così da scagionare il mostro che tutti pensano di aver sepolto.

Giù vi lascio il banner Amazon di “Come uccidono le brave ragazze“(se cliccate su “Anteprima Gratuita” potete leggere GRATIS una manciata di pagine), successivamente la trama e la recensione.

Vorrei ringraziare la casa editrice RIZZOLI per avermi inviato la copia digitale e cartacea del libro. Vi ho mostrato la cover, l’interno e la trama nelle storie e trovate anche un mini unboxing nei reel, ma tra pochissimo uscirà anche un post sempre su Instagram, quindi se siete curiosi vi aspetto sul mio profilo per commentare insieme sia la trama sia la bellezza di questa edizione.

COME UCCIDONO LE BRAVE RAGAZZE

TRAMA (AMAZON)

Little Kilton, aprile 2012: Andie Bell, una delle ragazze più popolari della scuola, viene uccisa. O meglio, scompare, e il suo corpo non verrà mai ritrovato. L’assassino è Sal Singh, compagno di scuola e amico della vittima: la polizia e tutti in città ne sono convinti. Il suo suicidio a qualche giorno di distanza ha cancellato tutti i dubbi. Ma Pippa Fitz-Amobi, che al tempo dei fatti aveva dodici anni e che ora si prepara a fare domanda per il college, non ne è per niente sicura. Quando sceglie di studiare il caso come tesina di fine anno, comincia a scoprire segreti che qualcuno in città vuole disperatamente che rimangano tali. E se l’assassino fosse davvero ancora là fuori?

RECENSIONE

COME UCCIDONO LE BRAVE RAGAZZE” è un giallo, principalmente per ragazzi in quanto narra le vicende di adolescenti, ma comunque è una lettura che secondo me può rivolgersi benissimo anche ad un pubblico adulto.

Questo libro è molto particolare, già nell’articolazione dei capitoli. Vi è un’alternanza tra la storia che viene raccontata da un narratore esterno e il lavoro di Pip, la cui stesura viene fatta in prima persona. In un primo momento potrebbe disorientare, soprattutto chi come me ama le cose lineari, ma dopo un primo blocco iniziale ho capito che l’autrice non poteva fare scelta migliore per farci immedesimare nella storia.

Mi sono sentita coinvolta, è come se avessi svolto io il compito di Pip.

Pippa, detta Pip, è un personaggio che ho amato e apprezzato fin da subito in quanto è intelligente, astuta, precisa e fa tutto mettendoci l’anima. (Non condivido la scelta del nome, lo trovo strano, ma è una mia considerazione personale ed esterna al giudizio del libro stesso). Pip che evolve e cresce di capitolo in capitolo, conservando però il suo essere adolescente e riconoscendo i suoi limiti. Limiti che oltrepassa spesso verso la fine, ma che comunque rimangono ancorati alla sua personalità, oltrepassandoli non fa altro che portare al livello successivo quello che già è. Ovviamente è pur sempre un’adolescente, ma ha un forte senso di responsabilità che spesso non ci si aspetta da una diciassettenne. Lavorerei ulteriormente sul suo senso dell’umorismo, sinceramente le sue battute non mi hanno fatta ridere e le ho trovate forzate e spesso incoerenti.

Con una protagonista come Pip diventa difficile creare dei personaggi secondare all’altezza. Ho notato poca caratterizzazione del gruppo di amici stretti della protagonista, li conosciamo di nome e a parte qualche accenno non sappiamo nulla. Ma per fortuna l’autrice ha concentrato la sua attenzione sui sospettati e su Ravi.

Ravi ha un forte potenziale e mi sono sentita spesso come se fossi io stessa questo personaggio. La sua evoluzione dona speranza e onestamente mi ha aiutato molto a guardare al caso con occhi diversi, ho approfondito con lui una nuova prospettiva. Una faccia del libro che è purtroppo attuale e che possiamo ritrovare in diverse famiglie, basta dare un’occhiata alla tv per capire come i casi vengano montati e smontati continuamente. Media che creano e disfano mettendo in mezzo famiglie, portando alla luce fatti privati e che magari non hanno nulla a che fare con il caso stesso.

Torniamo al caso: lasciatemi dire “CHE BOMBA”. Tutto è ben pensato e costruito alla perfezione, non mi ha per niente annoiato anzi non vedevo l’ora di mettermi a leggere ancora qualcos’altro. Ho fatto le tre del mattino con questo libro in mano e l’ho chiuso solo perché sono in sessione di esami e la notte se non dormo poi non riesco a concludere nulla. Questo caso è una calamita, ma è anche una matassa di fili rossi ingarbugliati da ben 5 anni. Diventa difficile decifrare e arrivare ad una soluzione. Diventa difficile anche guardare al caso come un qualcosa che potrebbe risolversi in altro modo.

In parole povere questo libro mi ha fatto scervellare e mi piacerebbe che voi lo leggiate così da poterne parlare con qualcuno meglio. Fare questa recensione è sicuramente ottima per liberarmi di tutte le sensazioni e le emozioni che ho provato, ma allo stesso tempo è faticosa perché voglio evitarvi qualsiasi tipo di spoiler.

Io spero che venga tradotto altro di questa autrice, la sua penna è a tratti geniale e molto spesso coinvolgente. “Come uccidono le brave ragazze” è un ottimo titolo e vi consiglio di recuperarlo.

Promosso a quasi pieni voti! Il finale mi ha asciato un interrogativo che non vi posso scrivere perché vi rivelerei un aspetto importante.

Classificazione: 4.5 su 5.

Grazie per aver letto la mia recensione, vi aspetto su Instagram!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...