Cari lettori buon sabato!

La recensione di oggi è dedicata a un libro che mi è stato proposto dalla stessa autrice e che non conoscevo, parlo di “Amabile” di Sara Casiraghi. Ringrazio l’autrice per la copia, come sempre vi lascio il banner per leggere una piccola anteprima gratuita del libro.

“Amabile” è inoltre disponibile gratis su Kindle Unlimited!

AMABILE

TRAMA

Una mattina ti svegli e senti che qualcosa dentro di te sta cambiando: senza sapere perché, senza sapere come… ti fermi e inizi ad ascoltarti davvero. Allora le maschere cadono e il passato riaffiora; il presente magicamente si ridisegna, riempendosi di nuovi colori e tu riesci finalmente a cogliere, intimamente, sfumature che pensavi di dover nascondere e che invece, ora, sai far brillare. Gemma, giornalista monzese, è la protagonista di questa riscrittura di sé: un’imprevista quanto meravigliosa storia di crescita interiore per ritrovarsi grazie al Kintsugi, all’amore e alla lotta, quella vera, contro la più profonda ingiustizia che una donna possa subire. Perché non esiste vergogna delle proprie ferite, “bisogna solo imparare a valorizzarle […], a trasformarle nella nostra forza”, nella nostra vera bellezza.

RECENSIONE

Ho accettato di leggere “Amabile” incuriosita dal titolo e dalla trama che mi sembrava promettere tutto ciò che cerco in un libro. Una storia che parla di evoluzione e cambiamento e che allo stesso tempo si intrica in una rete ingarbugliata del passato.

La storia di Gemma potrebbe sembrare in un primo momento una semplice crescita, ma in realtà il suo percorso è costellato da una serie di eventi che inevitabilmente segneranno il suo personaggio. Gemma è una donna che mi ha colpito, non solo mi è piaciuto essere testimone della sua crescita, mi sono sentita coinvolta emotivamente nelle sue sfide. Inizialmente tutto può sembrare buio e pesante, ma poi il libro si apre verso una linea diversa e ricca di nuove esperienze che vi impediranno di staccarvi dalle pagine.

Un libro scorrevole, scritto in maniera semplice e dalla seconda metà riesce a rapire letteralmente il lettore; per quanto riguarda la scrittura, l’unica pecca credo sia l’incipit che non cattura, non è uno di quei libri che ti conquista dalla prima pagina, prima è opportuno fare conoscenza con la storia e soprattutto con la vita travagliata di Gemma per poi affezionarsi. In un primo momento potrebbe anche sembrarvi la solita storia in cui alla protagonista va tutto male, ma in realtà “Amabile” è un treno di emozione.

L’ambientazione mi ha fatto immergere in una Toscana che non conosco, ma sono rimasta incuriosita da questi luoghi che mi piacerebbe poter vedere e scoprire. Le descrizioni mi sono piaciute tanto (sapete quanto io ci tenga), spicca una notevole capacità di fare attenzione al dettaglio tanto che spesso l’autrice si dilunga molto regalandoci un’immagine nitida.

Se non fosse stato per le prime pagine che non mi sono piaciute particolarmente, oggi avrei dato le cinque stelle piene. L’incipit e il primo impatto con un libro per me sono molto importanti, per questo mi sento di dover dare 4 stelle.

Un libro molto bello, di cui avrò un bel ricordo.

Grazie all’autrice e a voi per aver letto fino a qui!

Classificazione: 4 su 5.

Vietata la riproduzione ©

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...