Cari Lettori,

finalmente estate! Il caldo è arrivato e so già che siete tutti in spiaggia, ma oggi leggerete una bella recensione della nostra cara Anny. Vi parlerà di “Giallo Sporco“, il volume finale della trilogia di Noir scritta da Loredana Falcone e Laura Costantini. Trovate le recensioni dei volumi precedenti qui sul blog.

Come sempre vi lascio la possibilità di leggere una piccola anteprima del libro tramite il banner Amazon, poi la trama e la recensione.

Buone Letture!

GIALLO SPORCO

TRAMA

Ashley Marler è ormai un’agente dell’FBI. Una carriera importante che le è costata l’amore di Valerio. Mentre indaga sul rapimento della figlia della granitica senatrice Coldwell, si ritrova nel mirino di un misterioso stalker: telefonate mute e messaggi che rimandano agli orrori del serial killer chiamato Rosso violento. Il diario di Melisande Delaneau riemerge dal passato e richiama al fianco di Ashley i due uomini che hanno contato molto per lei: Valerio Greyford, ormai capitano del 20° distretto di Chicago, e Ian Vernon, che ha abbandonato la divisa ma non il fiuto da investigatore. Un’indagine ufficiale e una non autorizzata si intrecciano sul filo delle parole e dei ricordi e le tracce si susseguono come foglie cadute nel fango.

RECENSIONE

Ho cominciato questo libro con l’aspettativa del “finale di saga”. Mi aspettavo quindi quel finale bomba che serve a chiudere il cerchio della storia dei nostri protagonisti, senza ulteriori interrogativi o perplessità.

Sono stata accontentata, ma non del tutto.

Ritornare nella saga del “noir a colori” è stata una ventata d’aria fresca, Falcone e Costantini sono per me due autrici che significano garanzia di successo.

Come potete leggere nelle recensioni dei due libri precedenti, le vicende che i nostri tre protagonisti hanno dovuto affrontare sono molto particolari, e anche in questo caso le caratteristiche creepy e da pelle d’oca non mancano.

Nonostante la storia promettesse grandi cose, il libro mi è sembrato troppo breve per riuscire ad apprezzarlo a pieno: la vicenda di Ashley e del suo stalker mi hanno in qualche modo ricordato i volumi precedenti, ma il crimine “principale” mi è sembrato essere preso alla leggera e in maniera troppo frettolosa.

Riveder riuniti i tre protagonisti dopo anni ha riempito il mio cuore di gioia (soprattutto vederli lavorare assieme), ma anche in questo caso tutto mi è sembrato molto affrettato.

Se solo ci fossero state 50 o 100 pagine in più, il libro mi sarebbe sembrato molto più godibile, perché ci sarebbe stata più possibilità di dare spazio alla mente del criminale, che nei due volumi precedenti riusciamo a conoscere nei minimi dettagli, mentre in questo terzo volume viene solo accennato. Nonostante questo però, la storia risulta credibile e stabile, riusciamo a chiudere il libro senza interrogativi di alcun genere, ogni cosa va al proprio posto, e questa è forse una delle cose che più ho apprezzato, perché chi legge da tempo le mie recensioni sa che i finali aperti mi fanno diventare matta (dateci più finali chiusi grazie!)

A proposito di finali…questo qui l’ho proprio amato, e devo ammetterlo, mi ha anche commosso e fatto fangirlare come non facevo da tempo!

(Ma possiamo parlare di quanto Ashley sia una diva nei panni della profiler? Io e il mio amore smisurato per Criminal Minds apprezziamo enormemente).

Voto finale: 3,25 stelle

Recensione scritta da Anny Colonna per @la_biblioteca_di_Stefania

Vietata la riproduzione ©

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...